News

Meno di un alloggio su due coperto da polizza incendio

La casa è per la maggior parte delle famiglie italiane la forma più importante di acquisto e di investimento della ricchezza accumulata durante tutta la vita. L’80% dei nuclei familiari ne possiede una, ma solo il 46% degli immobili residenziali in Italia è coperto da una polizza assicurativa contro l’incendio. In un caso su cinque, si tratta di coperture collegate al mutuo prima casa richiesto in banca per acquistarle. La carenza di garanzie assicurative è ancora più evidente in alcune regioni del Sud Italia, dove la percentuale scende tra il 10% e il 20%.
A far emergere questa situazione è l’ultimo “ANIA Trends”, una pubblicazione curata dall'Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici, divulgato settimana scorsa e focalizzato sulla copertura incendio. Sulla base dei dati raccolti al 31 marzo 2019 è emerso come il numero complessivo di polizze attive era pari a 9,7 milioni, in aumento del 7,1% rispetto a quanto rilevato a marzo 2018 e del 12,1%, se confrontato con settembre 2016.
A fronte di queste polizze, risultavano somme assicurate pari a 3.639,7 miliardi, valore in aumento di circa l’8% rispetto al 2018 e del 9% rispetto al 2016. La distribuzione delle polizze è rimasta sostanzialmente la stessa del 2018: oltre il 55% è relativo a polizze multirischio (come nel 2018), il 31,8% a polizze che assicurano il solo rischio incendio, meno del 13% a polizze globale fabbricati. La distribuzione percentuale delle somme assicurate evidenzia, invece, che circa la metà del patrimonio abitativo assicurato è relativo a polizze globale fabbricati, il 34% a polizze multirischio e oltre il 17% a polizze solo incendio.

12/11/2019