News

Autostrade più care, ma non per le moto

Con l'estate arrivano i rincari delle autostrade: dal 1° di luglio gli automobilisti italiani dovranno fare i conti con i rincari delle tariffe.
Gli aumenti (in media +0,8%) riguarderanno le tratte gestite da Autostrade per l’Italia, che da parte sua s'impegna di migliorare la manutenzione e le infrastrutture delle stesse autostrade.
Nessun aumento invece per “Strada dei Parchi”. Il gestore, accogliendo la richiesta del Ministero Infrastrutture e Trasporti (MIT), ha deciso di congelare fino al 31 agosto le tariffe dei pedaggi sulla A24 (Roma-Teramo-L'Aquila) e A25 (Torano di Borgorose-Villanova di Cepagatti, in Abruzzo), che secondo il decreto del 31 dicembre 2018 sarebbero dovuti salire del 19%.
Non scatteranno neanche i rialzi sulle Tangenziali di Milano e alle barriere di Terrazzano (A50 Tangenziale Ovest), Vimercate (A51 Tangenziale Est) e Sesto San Giovanni (A52 Tangenziale Nord).
Ai motociclisti è stata accordata un’ulteriore proroga fino a fine anno dell'accordo tra il MIT e l’Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori (AISCAT) che prevede lo sconto del 30% ai caselli per i centauri dotati di Telepass. La sperimentazione era iniziata il 1° agosto del 2017 per iniziativa dell’AISCAT su sollecitazione del Governo e dell’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo.

08/07/2019