News

Guida autonoma: la GM verso i taxi senza tassista

La startup Cruise Automation, acquisita da General Motors nel 2016, sta affrontando i problemi tecnologici residui in vista del lancio di un servizio di ride-hailing autonomo (una sorta di taxi senza tassista) entro la fine di quest'anno.
Tra i problemi che i veicoli a guida autonoma devono ancora superare ci sono i "quasi incidenti" (collisioni solo sfiorate), la possibilitÓ di rimanere bloccati nel bel mezzo di un viaggio, la maggior necessitÓ di tempo per affrontare un tragitto (fino all'80% in pi¨) rispetto a un veicolo condotto da un guidatore umano, l'uso discontinuo e fastidioso di freni e sterzo.
E' anche capitato che i computer dei veicoli si siano completamente spenti in occasione di prove
dimostrative.
Secondo i dati citati da The Information, la rivista digitale del settore tecnologico, entro la fine di quest'anno i veicoli a guida autonoma dovrebbero essere sicuri quasi quanto i veicoli a guida umana (con una differenza in negativo limitata a 5%-10% circa).
Il veicolo prescelto Ŕ la Cruise AV, ovvero la versione tecnologicamente avanzata della Chevrolet Bolt.

10/06/2019