News

Ancora in calo i reclami ricevuti dalle Compagnie

Il commento sui dati aggregati relativi ai reclami ricevuti dalle imprese di assicurazione nel 2018 conferma la tendenza decrescente già evidenziata nelle precedenti rilevazioni. Rispetto al 2017, la riduzione è del 6,44%.
La variazione percentuale rispetto all'anno precedente tuttavia non è omogenea per tutti i comparti assicurativi e le categorie di imprese. Le Imprese Estere (UE) lamentano un aumento per tutti i rami, meno che per l'RC auto.
L’aumento più consistente (+1.035 reclami) riguarda i reclami presentati alle imprese estere per i rami danni non RC auto, in particolare per l’incremento dei reclami formulati a Cardif Assurance Risques Divers, AmTrust Underwriters DAC e Chubb International.
Nell'RC Auto, un comparto caratterizzato da una diminuzione più netta per le imprese italiane (-8.74%) che per le estere (-0.48%), alcune imprese segnalano aumenti significativi di reclami, in controtendenza con il mercato: tra le estere, spiccano Great Lakes (che opera in Italia con il marchio Prima.it) il cui incremento rispetto al 2017 è del +204% (+194 reclami); al netto di questo incremento, la riduzione dei reclami per il comparto auto relativo alle imprese estere sarebbe del -4,9%. Tra le italiane, tra gli incrementi più importanti in percentuale ed in valore assoluto si rilevano AXA Assicurazioni (+22,4% con +443 reclami), ITAS Mutua (+61.3%, +303 reclami), DARAG (+195%, +133 reclami), Cattolica (+15%, +227 reclami) ed Amissima (+27%, +223 reclami).

04/05/2019