News

Per l'auto, un marzo da dimenticare

Il mercato dell’auto arranca. Nel mese di marzo 2019 le immatricolazioni sono calate a 193.662 vetture, ossia il 9,6% in meno rispetto al marzo 2018. Il dato si inanella peraltro con il dato negativo di febbraio (-2,3%). Si chiude di conseguenza con il segno negativo il primo trimestre, che ha registrato una flessione complessiva del 6,5%.
Il gruppo FCA, in un contesto così negativo, è il fanalino di coda: nel mese di marzo le auto vendute dall'azienda italo-statunitense è di 48.052 unità, il 19,31% in meno rispetto a marzo 2018. La quota di mercato cala quindi dal 27,8% al 24,8%. In calo le immatricolazioni del gruppo anche nel primo trimestre (-16,57%), con la quota di mercato che si attesta a 24,59%.
Il quadro, oltre a non essere roseo di per sé, acuisce le preoccupazioni degli addetti del settore che in questo periodo dell’anno hanno sempre registrato il picco massimo delle vendite di nuove autovetture.
Sui timori di recessione grava l’assenza dei superammortamenti per le auto usate come beni strumentali, una lacuna che ha scoraggiato gli acquisti da parte delle aziende, e la demonizzazione del diesel, che ha evidenziato l’atteggiamento prudente dei privati nei confronti di questa motorizzazione.

08/04/2019