News

Taglio netto sul bollo dei veicoli storici

Il bollo dei mezzi di interesse storico e collezionistico di età compresa tra i 20 e i 29 anni possono usufruire dal primo gennaio di un drastico taglio sull’importo da versare grazie all’approvazione della nuova Legge di Bilancio.
La tassa di possesso è stata infatti ridotta del 50%, un’agevolazione che viene applicata a condizione che i motoveicoli e gli autoveicoli siano in possesso del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica rilasciato da ASI (Automotoclub Storico Italiano), FMI (Federazione Motociclistica Italiana) e Registri di Marca e che tale riconoscimento sia annotato sul libretto di circolazione.
I proprietari che vogliono usufruire dello sconto devono presentare domanda di aggiornamento della carta di circolazione alla Motorizzazione Civile, allegando l’originale e la fotocopia del certificato che ne attesta la storicità.
Ricordiamo che la Legge di Stabilità approvata a dicembre del 2014 aveva abrogato l’esenzione del bollo proprio per le vetture storiche più recenti (con età tra i 20 e i 29 anni). L’abolizione è da attribuire al fatto che il sistema delle agevolazioni ha in passato considerato di interesse storico qualsiasi veicolo immatricolato da più di vent’anni e in condizioni tali da potersi definire “da amatore”, mentre successivamente il provvedimento ha lasciato l’esenzione dalla tassa per quei mezzi che hanno più di trent’anni.
Ricordiamo che il ritardo del pagamento della tassa procura una sanzione variabile in base ai giorni di ritardo, che sarà aggiunta all’importo originario (più gli interessi).

12/01/2019