News

Con l'Autunno, tornano i blocchi del traffico

Dal primo di ottobre, le vetture più datate fanno i conti con le nuove restrizioni, applicate con modalità differenti a seconda delle regioni. Le misure antismog contenute nel “Nuovo accordo per la qualità dell’aria nel bacino padano” interessano le regioni Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto. Il provvedimento dovrebbe riguardare oltre un milione di auto e non impone le stesse limitazioni nelle quattro aree, visto che la loro disciplina viene lasciata alla discrezione delle amministrazioni locali.
In Lombardia verranno fermate le auto a benzina fino alla classe di inquinamento Euro 2 e i diesel fino a Euro 3, dalle 7.30 alle 19.30 di tutti i giorni feriali. In Veneto lo stop avverrà nella fascia temporale che va dalle 8.30 alle 18.30 dal lunedì al venerdì e riguarderà ancora i propulsori a gasolio fino a Euro 3, mentre per i benzina saranno bloccati solo gli Euro 0 e 1. In particolare, a Verona sono previste una serie di eccezioni: potranno circolare coloro che sono impossibilitati a recarsi a lavoro con mezzi pubblici, i veicoli guidati da automobilisti con più di 70 anni e quelli che servono per raggiungere, da casa, una fermata del trasporto pubblico. In più, sono esentati anche i cittadini veneti che hanno un ISEE pari o inferiore a 16.700 euro.
In Piemonte, il divieto per tutti i veicoli Euro 0 sarà definitivo, vale a dire per 365 giorni l’anno. In quest’area i diesel Euro 1 e 2 verranno bloccati tutti i giorni dalle 8 alle 19 per un anno, mentre gli Euro 3 subiranno la stessa sorte fino al 31 marzo 2019. Anche qui sono state imposte delle esenzioni, che riguardano artigiani, ambulanti, e residenti o lavoratori in aree non servite dai mezzi di trasporto pubblici.
In Emilia Romagna sono a rischio anche le Euro 4. Per i benzina potranno circolare le quattroruote Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5 ed Euro 6. Per quanto riguarda i diesel, scatta il divieto fino alla classe Euro 3 dalle 8.30 alle 18.30 (tra il lunedì e il venerdì e nelle domeniche ecologiche). Tuttavia, se dai controlli che Arpae effettua ogni lunedì e giovedì risultano sforamenti dei limiti di PM10 nei 4 giorni precedenti agli accertamenti, le limitazioni vengono estese anche a tutti i mezzi a gasolio Euro 4 (restando valide fino alle verifiche successive).

08/10/2018