News

Richieste/esigenze del contraente: questionario adeguatezza o coerenza

L'Art. 58 del regolamento 40 dell'IVASS riporta specifiche annotazioni a seguito dell'IDD della commissione europea, vedendo il questionario di adeguatezza come un documento utile al fine di individuare e le richieste/esigenze del contraente ma anche le sue conoscenze per esempio in materia di investimenti (caso polizze vita/risparmio).

1. I distributori sono tenuti a proporre contratti coerenti con le richieste ed esigenze di
copertura assicurativa e previdenziale del contraente o dell’assicurato. A tal fine i
distributori, prima di far sottoscrivere una proposta o, qualora non prevista, un contratto di
assicurazione, acquisiscono dal contraente le informazioni utili a valutare le sue richieste ed
esigenze.
2. In particolare, ai fini di cui al comma 1, i distributori chiedono notizie sulle caratteristiche
personali e sulle esigenze assicurative o previdenziali del contraente o dell’assicurato, che
includono, ove pertinenti, specifici riferimenti all’età, allo stato di salute, all’attività lavorativa,
al nucleo familiare, alla situazione finanziaria ed assicurativa e alle sue aspettative in
relazione alla sottoscrizione del contratto, in termini di copertura e durata, anche tenendo
conto di eventuali coperture assicurative già in essere, del tipo di rischio, delle
caratteristiche e della complessità del contratto offerto.
3. Le imprese, per ciascun prodotto distribuito, impartiscono agli intermediari e ai dipendenti di cui si avvalgono per la distribuzione dei prodotti assicurativi, istruzioni idonee a guidare i
medesimi nella fase precontrattuale di acquisizione dal contraente delle informazioni utili e
pertinenti in relazione alla tipologia di contratto offerto.
4. Sulla base delle informazioni raccolte, i distributori, tenuto conto della tipologia di contraente e della natura e complessità del prodotto offerto, forniscono al contraente medesimo, in forma chiara e comprensibile, informazioni oggettive sul prodotto, illustrandone le caratteristiche, la durata, i costi, i limiti della copertura ed ogni altro elemento utile a
consentirgli di prendere una decisione informata.
5. Il rifiuto di fornire una o più delle informazioni di cui al comma 2 deve risultare da apposita
dichiarazione, da allegare alla proposta o alla polizza, sottoscritta dal contraente e dal
distributore, dalla quale risulta la specifica avvertenza che tale rifiuto pregiudica la capacità
di individuare il contratto coerente con le richieste ed esigenze del contraente.
6. I distributori che ricevono proposte assicurative e previdenziali non coerenti con le richieste
ed esigenze del contraente, lo informano di tale circostanza, specificandone i motivi e
dandone evidenza in un’apposita dichiarazione, sottoscritta dal contraente e dal distributore.
7 In caso di collaborazione orizzontale, gli adempimenti previsti dal presente articolo sono
svolti dall’intermediario che entra in contatto con il contraente.
8. Dell’attività svolta sulla base del presente articolo i distributori conservano traccia
documentale ai sensi dell’articolo 67.
9. Le disposizioni del presente articolo non si applicano ai distributori di prodotti assicurativi
che operano nei grandi rischi qualora nei confronti dell’assicurato ricorrano le condizioni di
cui all’articolo 1, comma 1, lettera r), del Codice.

Pertanto non stravolge l'impostazione già definita nel regolamento IVASS del 2006, anzi ribadisce l'importanza dello stesso onde chiarire in modo adeguato i passaggi corretti nel valutare le necessità del contraente senza incorrere in sanzioni.

01/10/2018