News

Motori diesel: non c'è futuro!

Nel piano quadriennale di Fiat Chrysler Automobiles emerge che il marchio italo-statunitense non punterà più sui modelli a nafta, almeno per il mercato automobilistico. Dunque Fiat intende eliminare gradualmente questo tipo di carburante dalle auto destinate al trasporto passeggeri, destinandolo invece ai soli veicoli commerciali. Le ragioni risiedono nel costo per lo sviluppo della prossima generazione di propulsori diesel, che per rispettare le nuove normative europee risulterebbe più alto del 20% rispetto a quella attuale.
Già sicuro invece lo stop dei modelli a gasolio per la Toyota, che ha deciso di sospendere la vendita in Italia per puntare solo su benzina e ibrido. Precursore di questa opzione è la piccola Smart del marchio Mercedes, che dal 2014 ha eliminato tutti gli esemplari diesel dal listino e che dal 2019 si indirizzerà totalmente sull'elettrico.
Secondo un recente rapporto di Cambridge Econometrics i veicoli verdi toccheranno quota 50% del settore auto entro il 2030. In particolare, un quarto delle nuove immatricolazioni sarà costituito da modelli ibridi tradizionali e un altro 25% delle vendite sarà suddiviso tra veicoli ibridi plug-in (che si possono ricaricare alla presa di corrente), mezzi totalmente elettrici e vetture alimentate da celle a combustibile.
Addio motori fumosi, dunque. Ma c'è da aspettare ancora qualche anno.

13/03/2018