News

Quanto incidono gli incidenti sul premio RC auto?

Il Sole 24 Ore ha cercato di valutare la proporzione tra il numero degli incidenti e l'andamento dei premi dell’RC Auto. Lo ha fatto incrociando i dati forniti dall’Istat per ciò che riguarda il numero di sinistri e quelli elaborati dall’Ivass per ciò che invece riguarda l’andamento dei costi delle assicurazioni auto.
La cifra messa in luce da queste elaborazioni è di 14 centesimi di euro, ottenuta dividendo il premio medio registrato nel 2016, a livello nazionale, con il numero degli incidenti accaduti nel medesimo anno. È tuttavia necessario ricordare che esiste una sproporzione piuttosto consistente a livello locale: in Ogliastra, ad esempio, un sinistro costa 1,76 euro mentre a Roma poco meno di 2 centesimi. Si tratta di dati particolarmente interessanti anche se va tenuti presenti altri elementi. L’Istat infatti ha censito solamente i sinistri che sono stati denunciati alle forze dell’ordine, perciò se due automobilisti hanno risolto l’episodio attraverso una constatazione amichevole risulta difficoltoso trovarne traccia.
Nonostante i risultati di queste elaborazioni vadano presi con le molle, si rivela comunque indispensabile considerarli per trarre alcune dovute conclusioni. Idealmente ci si attenderebbe una sorta di proporzione tra numero di incidenti e costo dell’assicurazione in un determinato territorio: dove infatti gli episodi di sinistro si verificano con una maggiore frequenza si potrebbe ipotizzare un costo dell’RC auto più alto. Questa aspettativa però, prendendo i numeri alla mano, viene presto messa in discussione: le 10 province dove il rapporto incidenti/premi è più basso sono nella quasi totalità capoluoghi di provincia dove, a livello generale, il numero di incidenti per ogni abitante risulta essere al di sopra della media nazionale. Gli esperti legano questo fenomeno al pendolarismo: se andando a lavoro ci si trova coinvolti in un incidente, questo viene censito in quel determinato territorio ma il premio dell’RC aumenta nella provincia dell’assicurato.

16/01/2018