News

Contabilità: novità della legge di bilancio 2018

Segnaliamo le variazioni contenute nella legge di bilancio 2018 di vostro interesse:
1) Dal 1/7/2018 scompare la scheda carburante. La detraibilità dell’Iva e del costo dei rifornimenti di carburante sarà subordinata all'utilizzo di strumenti di pagamento tracciabili (carte di credito e prepagate).
2) Dal 1/7/2018 la fattura del rifornimento di carburante emessa dagli impianti stradali di distribuzione sarà in formato elettronico.
3) Dal 1/7/2018 la fattura per prestazioni rese da soggetti subappaltatori/subcontraenti in un contratto di appalto stipulato con la PA con indicazione del relativo codice CUP/CIG, comprese le forniture di beni, i noli e le prestazioni professionali.
4) Dal 1/1/2019 tutte le fatture emesse e ricevute dovranno essere in formato elettronico, ad eccezione di quelle emesse nei confronti di soggette esteri per le quali la fattura elettronica è facoltativa. In conseguenza di questo nuovo adempimento scomparirà lo “spesometro” che resterà, con scadenza mensile, per le fatture estere per le quali non è stata emessa una bolletta doganale o una fattura elettronica.
5) Dal 1/1/2018 ed entro il 31/12/2018 (o 30/6/2019 se l’ordine accettato, con il pagamento di un anticipo di almeno il 20% del prezzo, è avvenuto entro il 31/12/2018) il superammortamento per l’acquisto di beni strumentali, eccetto le autovetture, passa dal 40% al 30%.
6) Prorogata al 2018 la maggiorazione del 150% del costo fiscalmente riconosciuto per l’ammortamento in casi di acquisto di beni “Industria 4.0”.
7) Dal 2018, se ci sono profili di rischio, l’Agenzia delle Entrate può sospendere, fino a trenta giorni dalla sua presentazione, un modello F24 contenente una compensazione al fine di verificare il credito. Se in seguito alla verifica la delega non viene eseguita i versamenti in essa contenuti vengono considerati non eseguiti. Si attende comunque il provvedimento attuativo.
8) Prorogata al 31/12/2018 la detrazione Irpef e Ires del 65% per gli interventi sul risparmio energetico “qualificato”, con la riduzione al 50% per la sostituzione di infissi, di impianti di climatizzazione invernale con generatori a biomasse e di schermature solari (con la riduzione anche della detrazione massima a € 30.000) e di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione (con efficienza di classe A).
9) Introdotta dal 1/1/2018 al 31/12/2018 la detrazione Irpef e Ires del 65% per la sostituzione di impianti esistenti con micro-generatori di calore, con risparmio di energia primaria di almeno il 20%.
10) Prorogata al 31/12/2018 la detrazione del 50% sui lavori edilizi, su una spesa massima di € 96.000.
11) Prorogata al 31/12/2018 la detrazione del 50% sull'acquisto di arredi ed elettrodomestici, su una spesa massima di € 10.000, però solo per lavori iniziati dal 2017.
12) Introdotto per il 2018 la detrazione del 36%, sempre in 10 anni, per le spese di sistemazione del verde privati, come giardini e balconi, anche condominiali, su una spesa massima di € 5.000 per singola unità. Rientrano nell'agevolazione l’acquisto di piante, gli impianti di irrigazione a supporto del verde, le strutture di copertura ed i giardini pensili, comprese le spese di progettazione e manutenzione. Si attende conferma di cumulo della detrazione per spesa su parti comuni e sul singolo alloggio.
13) Divieto dal 1/7/2018 per i datori di lavoro di pagare in contanti, qualsiasi sia l’importo, delle retribuzioni. Le sanzioni per la mancata osservanza della norma, che vanno da € 1.000 a € 5.000, sono sospese per i primi 180 giorni dall'entrata in funzione della norma.
14) Prorogata al 2019 l’applicazione della cedolare secca con aliquota ridotta al 10% per i contratti a canone concordato
15) Dal 1/1/2018 sulle fatture per interventi di manutenzione che impiegano i c.d. “beni significativi”, individuati dal DM 29.12.99, devono essere indicati oltre al servizio che costituisce oggetto della prestazione anche i beni di valore significativo che sono forniti nell'ambito dell’intervento. L’individuazione dei beni che costituiscono una parte significativa del valore delle forniture effettuate si effettua in base all'autonomia funzionale delle parti rispetto al manufatto principale.
16) E’ stato elevato il reddito complessivo per il calcolo del Bonus Renzi: per importi inferiori a € 24.600 il credito spettante sarà pari a € 960, per importi tra € 26.600 e 24.600 in proporzione e sopra € 26.600 pari a zero.
17) Dal 1/1/2019 il limite di reddito per i figli a carico di età non superiore a 24 anni si innalzerà a € 4.000.
18) E’ aumentata da € 7.500 a € 10.000 la soglia di esenzione per le indennità, rimborsi forfettari, premi e compensi erogati agli sportivi dilettanti dalla società/associazioni sportive dilettantistiche.
19) Prorogato al 31/12/2018 il contributo pari al 65% del prezzo, con un massimo di € 2.500, per l’acquisto di uno strumento musicale nuovo a favore degli studenti iscritti ai licei musicali o ai corsi preaccademici.
20) Introdotta una nuova detrazione del 19% delle spese sostenute dal 1/1/2018 per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici ed informatici necessari all'apprendimento dei soggetti, anche a carico, con diagnosi di disturbo specifico all'apprendimento, fino al compimento della scuola secondaria di secondo grado. Ci dovrà essere un certificato medico che attesti il collegamento funzionale tra i sussidi e gli strumenti acquistati ed il tipo di disturbo dell’apprendimento diagnosticato. Si attende comunque il provvedimento attuativo.
21) Introdotta per le polizze stipulate a partire dal 1/1/2018 una detrazione Irpef del 19% dei premi per le assicurazioni aventi ad oggetto il rischio di eventi calamitosi per le unità immobiliari ad uso abitativo.

11/01/2018