News

Il mondo dell'assicurazione guarda all'auto a guida autonoma

Si chiama self driving car, auto a guida autonoma: ci stanno studiando da tempo case come Mercedes, Ford, Audi e Toyota. Secondo uno studio di Kpmg, entro il 2018 dovrebbero andare su strada in maniera concreta i veicoli con tecnologie V2V/V2I, mentre la penetrazione vera e propria nel mercato dovrebbe arrivare nell'arco dei prossimi dieci anni.
Assicurazione obbligatoria per tutti. Per non farsi trovare impreparato, il governo britannico ha portato in parlamento il progetto di legge che riguarda gli automated and electric vehicles, le auto a guida autonoma. Se passa la nuova legge, i proprietari di auto elettriche dovranno essere tutti assicurati, permettendo, in caso d'incidente, alle persone infortunate di essere risarcite velocemente e semplicemente.
Un business da oltre 55 miliardi di euro. L'Abi, l'Association of british insurers, l'associazione che raggruppa gli assicuratori britannici, ha accolto con favore questa iniziativa governativa: grazie a questo approccio, fanno notare dall'Abi inglese, l’industria delle assicurazioni avrà il tempo necessario per farsi trovare pronta al momento del lancio di questa nuova tecnologia. Un business di tutto rispetto visto che, secondo le stime del ministero dei Trasporti, il mercato della tecnologia per driverless car arriverà a valere, entro il 2035, fino a 56 miliardi di euro.
Troppi incidenti sulle strade di Sua Maestà. L'obiettivo ulteriore della nuova legge è fornire parametri indispensabili per tarare un rc auto che si dimostri efficace copertura assicurativa su questo tipo di auto. Anche perché gli inglesi contano parecchio sul fatto che queste automobili possano migliorare la sicurezza della circolazione sulla rete stradale di Sua Maestà, dove l’85,9% degli incidenti accaduti nel 2016 sono stati provocati da errori umani.
Assicuratori soddisfatti. “Gli assicuratori danno il loro contributo in modo che il Regno Unito diventi paese leader al mondo per lo sviluppo della self-driving car. L’impegno del governo per mettere a punto la legislazione necessaria è un segnale importante. L’approccio usato per assicurare i veicoli a guida autonoma sarà caratterizzato da massima semplicità per i consumatori e verrà realizzato in base alle indicazioni dell’industria assicurativa”, spiega il senior adviser di Abi, Ben Howarth.

03/11/2017