News

Balzello in arrivo sulle polizze vita

La bozza del decreto legge di bilancio alla quale stanno lavorando i tecnici di Palazzo Chigi e del Tesoro prevede una mini-patrimoniale sulle polizze vita a capitale garantito. Si tratta dell’imposta di bollo del 2 per mille applicata dal 1° gennaio 2018 alle comunicazioni inviate dalle compagnie assicurative ai clienti che hanno una polizza vita del Ramo I.
Secondo le prime stime la misura garantirebbe all’Erario nel 2018 maggior gettito per 194 milioni e 292 milioni di euro a partire dal 2019.
L’introduzione dell’imposta di bollo del 2 per mille, che si applicherà sui valori maturati da gennaio 2018, è una minipatrimoniale dovuta dall'assicurato «al momento del rimborso o del riscatto della polizza». Per le assicurazioni che operano come sostituti d’imposta non è comunque una novità assoluta, visto che il bollo del 2 per mille è già in vigore per le polizze vita del Ramo III (united ed index linked) e del Ramo V (polizze di capitalizzazione). Con il nuovo provvedimento verrebbe estesa a quelle polizze vita rivalutabili e più diffuse in quanto non sono speculative perché garantite dalla restituzione del capitale investito. In questo modo il 2 per mille, spalmato sulla durata della polizza, nella tipologia media di 10 anni, si trasformerà in un prelievo finale del 2 per cento.

20/10/2017