News

Cellulare alla guida: sospensione immediata della patente

Brutte notizie in arrivo per coloro che del tutto irresponsabilmente utilizzano il cellulare alla guida: la sospensione della patente, già prevista in caso di recidiva, diventerà automatica fin dalla prima infrazione. La Commissione Trasporti della Camera dei Deputati ha infatti approvato un emendamento alle modifiche dell'articolo 173 del Codice della Strada, che rende molto più dura la pena per gli automobilisti che guidano parlando al telefonino (ricordiamo che l'uso del cellulare alla guida, o di un qualsiasi altro dispositivo elettronico, è permesso solo in modalità viva voce o con auricolare, purché non contempli l'utilizzo delle mani).
particolare le nuove norme prevedono, per chi viene sorpreso la prima volta mentre usa il cellulare alla guida, la sospensione della patente da uno a tre mesi, una sanzione pecuniaria che va da 322 a 1.294 € e la decurtazione di 5 punti dalla patente. In caso di recidiva, invece, la sospensione è da 2 a 6 mesi e la multa da 644 a 2.588 €, mentre i punti decurtati diventano 10.
È opportuno sottolineare che queste novità entreranno in vigore solo al termine del lungo iter legislativo che richiederà probabilmente ancora alcuni mesi, per cui attualmente sono ancora valide le vecchie norme (ovvero multe meno salate e sospensione della patente solo nel caso in cui lo stesso automobilista venga sorpreso nuovamente al volante con il cellulare nei successivi due anni dalla prima infrazione).

27/07/2017