News

In calo in Italia le assicurazioni vita

Notizie negative per il comparto delle assicurazioni vita, che hanno segnato nel primo trimestre 2017 un calo della raccolta netta rispetto agli anni precedenti.
L’ANIA, l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici, che si è occupata di analizzare nel dettaglio l’andamento del mercato vita in Italia, ha evidenziato che nei primi tre mesi di quest’ anno le imprese assicuratrici hanno riscontrato un saldo netto di 8,7 miliardi di euro. Per la prima volta negli ultimi tre anni questo dato è sceso sotto i 10 miliardi, registrando un netto calo rispetto ai primi tre mesi del 2016 quando erano stati raggiunti 14,1 miliardi.
Nel periodo preso in considerazione dall'ultimo rapporto ANIA, il volume dei premi contabilizzati è stato pari a 26,2 miliardi di euro, in netto calo nei confronti del 2016 (-13,4 %) ed al 2015, rispetto al quale si registra una diminuzione del -17,9 %.
La riduzione del volume dei premi è stata risentita soprattutto nel ramo I, mentre si è avuto un incremento, seppur lieve, nel Ramo III, ma il calo totale della raccolta è dovuto anche all'aumento del totale onere sinistri, ovvero all'aumento di oneri riscattati o disinvestiti. Nel primo trimestre 2017 i riscatti sono aumentati infatti dell’ 8,8 % rispetto al 2016, mentre la somma pagata per scadenze e rendite maturate è stata incrementata del 2,9 %. Gli importi degli eventi attinenti alla vita umana coperti da polizza hanno avuto un aumento del 16,8 %, confrontando i dati con l’anno precedente.
Si avvertono quindi segnali di flessione che riguardano tutti i campi delle assicurazioni vita in Italia, ma sono comunque dati relativi ad un solo trimestre e va sempre sottolineato che il comparto non è certo in crisi, ma ha solo avuto un calo rispetto ai due anni precedenti.

20/06/2017